SEMI DI SESAMO NERO

asesa

Il sesamo nero, ritenuto dalla medicina orientale un efficace rimedio contro svariati disturbi, è noto soprattutto per via delle sue proprietà antinvecchiamento.

Il colore scuro che caratterizza questa varietà di sesamo è dato dalla presenza di sostanze antiossidanti. Come anche altri cibi di colore nero – tra cui ad esempio il riso venere, il cioccolato e la nigella sativa .

Il sesamo nero, il cui sapore è più intenso e deciso rispetto alla varietà bianca, sembrerebbe inoltre vantare una maggior percentuale di minerali e vitamine. I semi di sesamo nero contengono ottime quantità di calcio, fosforo e ferro; sono inoltre una buona fonte di vitamina A, E e di vitamine del gruppo B.

In Asia non è solo un ingrediente culianario ma un vero e proprie rimedio curativo. È consigliato infatti alle donne che abbiano affrontato una gravidanza come valido aiuto per contrastare la depressione post-partum e per stimolare la produzione del latte.

I semi di sesamo sono utili per mantenere in forza e in salute le ossa e il tessuto cutaneo e contribuiscono inoltre a ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Sono infatti una fonte di fibre e di acidi grassi insaturi e svolgono un’attività di protezione sul fegato, sui reni e sull’intestino.

Come anche i semi di cumino nero (nigella sativa), i semi di sesamo nero sono ritenuti particolarmente utili per la salute della pelle e dei capelli. Grazie all’azione delle vitamine del gruppo B contribuiscono infatti a prevenire la caduta dei capelli e migliorarne la robustezza.

Consigli d’uso: l’ideale sarebbe lasciarlo per circa 20 minuti nel kefir o yogurt vegetale al mattino, immerso nelle zuppe la sera, oppure può essere semplicemente tostato in padella e sparso sulle verdure e piatti pronti.

È sconsigliato l’utilizzo a crudo per chi soffre di colon irritabile, disbiosi o altre patologie intestinali. In tal caso è utile rivolgersi allo specialista.